Caricamento...
Home2020-07-15T18:01:01+02:00

PRIMO PIANO

Devolvi alla Fondazione Maria Bonino il 5X1000 dell’IRPEF. Permetterai a 19 studenti di conseguire il diploma della Scuola triennale per Ostetriche a Lui in Sud Sudan, un Paese in cui non ci sono ginecologi locali e dove, prima dell’apertura della scuola, solo 1 parto ogni 20 mila era assistito da un’ostetrica.
E’ una scelta che non costa nulla e si fa con la dichiarazione dei redditi o, se non la presenti, compilando la scheda dedicata al 5X1000 fornita insieme al CU.
C.F. 90052080026

SCOPRI DI PIÙ

“MAI TIRARSI INDIETRO”

Nel segno luminoso di Maria Bonino, pediatra biellese che ha dedicato la sua vita alla cura dei bambini africani, la Fondazione Maria Bonino è impegnata nello sviluppo di progetti di tutela della salute materno-infantile nei Paesi dell’Africa sub-sahariana.

Grazie alle donazioni, e alla preziosa collaborazione di altre Organizzazioni umanitarie, dal 2006 a oggi la Fondazione Maria Bonino ha individuato, sostenuto e completato numerosi progetti mentre molti altri sono in corso.

Scopri di più sugli scopi, le attività e i progetti seguiti dalla Fondazione Maria Bonino.

La Fondazione

“Qui ho potuto sperimentare il gusto del mio lavoro e quello che vorrei per me è stare qui. Sento che qui le mie giornate hanno un senso”.

Ikonda – Tanzania, 1983

SCOPI DELLA FONDAZIONE

Capire. Trovare un rimedio. Mai tirarsi indietro.

VEDI I PROGETTI

ULTIME NOTIZIE

Le attività, gli appuntamenti e le novità della Fondazione Maria Bonino

Più del 30% dei bambini curati all’Ospedale di Sokponta è malnutrito

Sono trascorsi tre mesi da quando la Fondazione Maria Bonino ha inviato a Sokponta, in Benin, un quarto della cifra necessaria a finanziare il progetto di contrasto alla malnutrizione. Questo è stato possibile grazie a chi continua a sostenerci e crede che la solidarietà sia indispensabile per aiutare le mamme a nutrire i loro figli seguendo una dieta corretta. L’augurio è di riuscire a finanziare interamente il progetto entro la fine dell’anno.

La donazione che cura i bambini dell’ospedale di Neisu

Con la donazione fatta all'ospedale di Neisu, nella Repubblica democratica del Congo, i bambini malnutriti potranno essere ricoverati e fare due pasti al giorno. Il primo alla mattina che consiste in una "bouilli" preparata con farina di soja, mais, latte e zucchero, e il secondo a mezzogiorno. E mentre la maggior parte della popolazione non crede che nella provincia sia arrivato il coronavirus, l'ospedale ha formato gli infermieri interni oltre che gli infermieri e i responsabili dei dispensari nella foresta comprando i termolaser e insegnando loro a preparare il disinfettante idroalcolico secondo le disposizioni dell’Organizzazione Mondiale delle Sanità.

Le attività all’Ediofe Health Center di Arua non si fermano

Vicino ad Arua, durante la pandemia, l’Ediofe Health Center diretto da suor Paola ha continuato ad accogliere le mamme arrivate dai villaggi a piedi, con i bambini in braccio, dopo avere percorso anche tra i 15 e i 20 km per poter ricevere cibo. I bambini sono stati nutriti con le precauzioni adottate in tutto il mondo, utilizzando mascherine, guanti e rispettando il distanziamento.

TUTTE LE NEWS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Segui le attività della Fondazione Maria Bonino, iscriviti alla nostra newsletter!

UNISCITI A NOI

Con noi per la salute di mamme e bambini nell’Africa a sud del Sahara. Continuiamo insieme il sogno di Maria Bonino, lavoriamo perché non resti tale: ogni contributo, anche il più piccolo, sarà utile a realizzare i progetti della Fondazione Maria Bonino.

SOSTIENI LA FONDAZIONE