Caricamento...
Home2020-08-22T13:26:02+02:00

PRIMO PIANO

Devolvi alla Fondazione Maria Bonino il 5X1000 dell’IRPEF. Permetterai a 19 studenti di diplomarsi alla Scuola triennale per Ostetriche di Lui in Sud Sudan, un Paese in cui non ci sono ginecologi locali e dove, prima dell’apertura della scuola, solo 1 parto ogni 20 mila era assistito da un’ostetrica.
E’ una scelta che non costa nulla e si fa con la dichiarazione dei redditi o, se non la presenti, compilando la scheda dedicata al 5X1000 fornita insieme al CU.
C.F. 90052080026

SCOPRI DI PIÙ

“MAI TIRARSI INDIETRO”

Nel segno luminoso di Maria Bonino, pediatra biellese che ha dedicato la sua vita alla cura dei bambini africani, la Fondazione Maria Bonino è impegnata nello sviluppo di progetti di tutela della salute materno-infantile nei Paesi dell’Africa sub-sahariana.

Grazie alle donazioni, e alla preziosa collaborazione di altre Organizzazioni umanitarie, dal 2006 a oggi la Fondazione Maria Bonino ha individuato, sostenuto e completato numerosi progetti mentre molti altri sono in corso.

Scopri di più sugli scopi, le attività e i progetti seguiti dalla Fondazione Maria Bonino.

La Fondazione

“Qui ho potuto sperimentare il gusto del mio lavoro e quello che vorrei per me è stare qui. Sento che qui le mie giornate hanno un senso”.

Ikonda – Tanzania, 1983

SCOPI DELLA FONDAZIONE

Capire. Trovare un rimedio. Mai tirarsi indietro.

VEDI I PROGETTI

ULTIME NOTIZIE

Le attività, gli appuntamenti e le novità della Fondazione Maria Bonino

Una giornata al Centro Baba Oreste in Tanzania

Il Centro Baba Oreste, a Dar Es Salaam in Tanzania, accoglie i bambini e i ragazzi disabili. Ha riaperto le porte, terminato il lockdown, all’inizio di luglio e benché il governo locale abbia dichiarato la Tanzania Covid free, i responsabili del Centro hanno acquistato un termoscanner per misurare la temperatura a tutti prima dell’ingresso alle 7.30 del mattino. Questa accoglienza quotidiana sottrae i bambini al rischio di diventare ragazzi di strada indifesi e vittime di abusi.

Ngome, il Centro che cura i bambini malnutriti a Iringa in Tanzania

A Iringa il Centro nutrizionale Ngome accoglie 50 bambini all’anno. Qui, tre volte alla settimana, i giovani ospiti consumano pasti abbondanti e nutrienti costituiti dal lishe, il porridge locale fatto con il mais, il miglio, la soia, il grano, le arachidi, il riso e il sorgo cotti nel latte. E, oltre al lishe, vengono cucinati altri cibi come la polenta, il riso, la carne, il pesce e la verdura. In Tanzania 4 bambini su 10 con meno di 5 anni soffrono di malnutrizione cronica e più del 15 per cento è sottopeso.

Il centro diurno Baba Oreste ha aiutato i bambini che lo frequentano anche durante il lockdown

In Tanzania, dove la Fondazione Maria Bonino sostiene il Centro diurno per bambini disabili “Baba Oreste”, sono stati chiusi molti degli 85 centri individuati per la gestione in isolamento dei pazienti affetti da coronavirus. I Centri attualmente aperti sono 11, inclusi quelli privati. Il Centro Baba Oreste ha provveduto ad aiutare le famiglie dei bambini disabili distribuendo una tessera sanitaria per coprire le spese mediche ai 55 bambini che quotidianamente accedono alla struttura.

TUTTE LE NEWS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Segui le attività della Fondazione Maria Bonino, iscriviti alla nostra newsletter!

UNISCITI A NOI

Con noi per la salute di mamme e bambini nell’Africa a sud del Sahara. Continuiamo insieme il sogno di Maria Bonino, lavoriamo perché non resti tale: ogni contributo, anche il più piccolo, sarà utile a realizzare i progetti della Fondazione Maria Bonino.

SOSTIENI LA FONDAZIONE